La Giornata Mondiale della Lingua Greca presentata a Bologna

Ieri mattina, sabato 20 maggio, la Comunità Ellenica dell'Emilia Romagna e la Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia, con il patrocinio fra l'altro della Società Filellenica Italiana,  hanno presentato la Giornata Mondiale della Lingua Greca.



Sintesi del saluto del Presidente della Società Filellenica Italiana, 
Prof. Marco Galdi


Porto il saluto a questo importante convegno dell'Associazione che presiedo, della Società Filellenica Lombarda e di quello che sono solito definire il "filellenismo diffuso", cioè di tutte le donne e gli uomini di cultura italiani, nutriti ai valori della classicità e dell'Ellenismo, che pure reputo di poter rappresentare.

Ed a nome di tutti costoro esprimo la nostra profonda gratitudine alla Diaspora Ellenica, cui da sempre i Filelleni italiani sono stati e sono profondamente legati.

Oggi, poi, gli siamo particolarmente grati, perché è grazie ai Greci della Diaspora se di recente il Parlamento ed il Governo della Repubblica Ellenica hanno istituito nel giorno 9 febbraio, anniversario della morte del Poeta nazionale Dionysios Solomos, la "Giornata Mondiale della Lingua Greca".

Sono testimone diretto di tutto il percorso che ha portato al conseguimento di questo storico risultato: personalmente ero con l'ex Presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia, Prof. Jannis Korinthios, quando, nel dicembre del 2014 ad Atene, in sede di audizione presso le Commissioni riunite per la Cultura e per la Diaspora del Parlamento Greco, egli propose per la prima volta l'istituzione della Giornata Mondiale della lingua e della cultura ellenica; sono stato presente a tutte le manifestazioni che fin dal 2015 la Comunità Ellenica di Napoli, coinvolgendo decine di Licei classici della Campania, ha tenuto, anticipando così la proclamazione ufficiale della giornata da parte delle Autorità Elleniche; ho constatato l'impegno profuso dall'attuale Presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia, Dott.ssa Olga Nassis, e di tutto il Consiglio direttivo, perché fosse portato a compimento l'iniziativa, con la proclamazione ufficiale da parte delle Autorità Elleniche.

E così, non potevo certamente mancare oggi, nella storica giornata in cui la Federazione, insieme alla Comunità Ellenica dell'Emilia Romagna, annuncia ufficialmente l'istituzione della Giornata. Qui, a Bologna, sede storica ed anche "legale" della Federazione che riunisce i Greci della Diaspora in Italia. 

Quale il significato di questa giornata: celebrare millenni interrotti di una cultura e di una lingua ancor'oggi viva, di fronte ai quali non si può che rimanere "ammirati", come espresse con mirabili parole uno dei più grandi intellettuali europei di tutti i tempi, Giacomo Leopardi, nel suo "Discorso in proposito di una orazione greca di Giorgio Gemisto Pletone".

E noi Filelleni d'Italia assumiamo, questa mattina, un impegno solenne: celebrare, come sempre al fianco delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia, il 9 febbraio, con ammirazione e profonda gratitudine, perché cresca sempre di più la consapevolezza dell'enorme debito culturale che la nostra Civiltà ha verso l'Ellade.



Il Comunicato redatto dal Presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche d'Italia, dott.ssa Olga Nassis

Si è svolta ieri presso l’Aula Prodi del Dipartimento di Storia, Culture e Civiltà dell’Università di Bologna, la presentazione della “Giornata mondiale della lingua greca”, proclamata il 24 aprile scorso dalla Repubblica Ellenica, che, a sua volta, ne promuoverà l'istituzione presso l'ONU e l'UNESCO.

La giornata è stata individuata nel 9 febbraio, anniversario della morte del Poeta nazionale Dionysios Solomos.

L’iniziativa, organizzata dalla Comunità ellenica dell’Emilia-Romagna e dalla Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia (FCCEI), ha visto la partecipazione della direttrice del Dipartimento ospitante Francesca Sofia, del presidente della Comunità bolognese Achilleas Metsios, della Console onoraria di Grecia Georgia Lambraki, del presidente della Società Filellenica Marco Galdi, della presidente della FCCEI Olga Nassis, del presidente dell’Associazione delle Istituzioni Culturali Italiane (AICI) Valdo Spini, ex ministro della Repubblica, e del responsabile del settore archeologia del Ministero degli affari esteri Ettore Janulardo.

I docenti universitari intervenuti Isabella Baldini, Renzo Tosi e Salvatore Cosentino hanno anche citato, nelle loro pregevoli relazioni, i numerosi segni della cultura ellenica in Italia. I Paesi di tutta Europa sono molto più debitori, sul piano culturale, con l'Ellade, di quanto la Grecia stessa lo sia economicamente verso quelle stesse nazioni, ha concluso il prof. Tosi.

L’ex ministro Spini ha sottolineato l’impegno dell’AICI per la valorizzazione della lingua greca come patrimonio fondante della cultura italiana, preannunciando ulteriori iniziative delle istituzioni culturali italiane in vista della celebrazione, il 9 febbraio 2018, della “Giornata mondiale della lingua greca”. 

Secondo la presidente Olga Nassis, che ha espresso i propri ringraziamenti alla Comunità ellenica emiliano-romagnola e a tutte le Comunità elleniche federate per l'impegno profuso negli anni per sostenere l'istituzione della "Giornata mondiale della lingua greca", «il greco, lingua ininterrottamente parlata in Italia da epoca remota, è un elemento costitutivo dell’identità italiana ed europea". 

Hanno concluso la manifestazione le danze greche in costume tradizionale.







Il manifesto che annuncia l'iniziativa


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Comunicato stampa ufficiale delle Giornate Elleniche 2016