Post

Greci, Fenici e Romani in una giornata al museo archeologico di S. Maria di Capua Vetere.

Immagine
Domenica 3 giugno, la Società Filellenica Italiana insieme alla Comunità Ellenica di Napoli e Campania organizzano la visita alla mostra “Annibale a Capua”, presso il Museo archeologico dell’antica Capua a Via Roberto d’Angiò, 44 – Santa Maria di Capua Vetere: una occasione per conoscere la civiltà fenicia, coeva e con molteplici punti di contatto con la civiltà ellenica; entrambe soccombenti militarmente, ma non culturalmente, rispetto alla prepotente affermazione di Roma nel Mediterraneo. 
La visita al Museo archeologico (gratuita, trattandosi della prima domenica del mese) consentirà, inoltre, di ammirare anche molti reperti di provenienza greca, fra cui oinochoai trilobate (brocche per il vino) e kotylai (tazze), coppe ioniche e vasi attici a figure nere e rosse con scene mitologiche, nonché vasi a figure rosse di produzione cumana. 

Guida di eccezione sarà il dott. Antonio Salerno, archeologo. 
Organizzatrice dell’evento, la Direttrice Scientifica della Società Filellenica Italian…

Ulisse e il mare greco: la prossima iniziativa della Filellenica Lombarda

Immagine
Lunedì, 21 maggio, alle ore 18, presso la Biblioteca Sormani a Milano, la Filellenica Lombarda riflette sul rapporto fra l'Uomo e il mare.
L'Uomo è Odisseo. 
Il mare è immancabilmente quello greco, dal colore del vino ...
Un'occasione per andare alle radici della nostra identità, per tornare a quel mare primordiale ...
Complimenti vivissimi dalla Filellenica italiana. 


L'accordo di Caserta segnò il futuro della Grecia

Immagine
Pubblichiamo di seguito uno degli interventi del Convegno che si è svolto lo scorso 4 maggio presso il Liceo Giannone di Caserta sulla presenza del Governo greco in Italia alla fine della seconda guerra mondiale.




Il governo greco in esilio di Francesco Anghelone (Istituto Studi Politici S. Pio V, Roma)

A Caserta è stata scritta una pagina importante della storia contemporanea della Grecia, significativa sia per i suoi effetti immediati che per quelli futuri. Per comprendere appieno l’importanza del cosiddetto Trattato di Caserta, occorre tuttavia ripercorrere, seppur velocemente, le vicende che hanno segnato i rapporti tra il governo greco in esilio e le forze di resistenza lungo tutto l’arco della Seconda guerra mondiale.
Come certamente sapete, la fiera resistenza dell’esercito greco all’invasione italiana costrinse la Germania a intervenire militarmente. Hitler il 6 aprile del 1941 diede avvio all’operazione Marita, la quale portò all’occupazione del paese in breve tempo. Il 20 aprile, i…

La Filellenica Lombarda patrocina la presentazione della rivista Periptero alla Cattolica di Milano

Immagine
Domani, 10 maggio, presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano, si presenta, con il patrocinio della Società Filellenica Lombarda, la nuova rivista "Periptero", edita dalla casa editrice ETPbooks, diretta da Enzo Terzi: uno strumento culturale destinato a diventare un punto di riferimento per gli appassionati della Grecia di ieri e di oggi...



Intervento del Prof. Marco Galdi in occasione del "Magna Grecia International festival Metapontion 2018".

Immagine
La diaspora greca e la diffusione della cultura ellenica e del filellenismo.

Matera, 5 maggio 2018


Diaspora è, evidentemente, un termine di origine greca: deriva dal verbo greco διασπείρω, letteralmente «disseminare», da διασπορά «dispersione» (σπείρω significa seminare; σπέρμα significa seme). Quindi il significato originario è quello della "dispersione di un popolo nel mondo dopo l'abbandono delle sedi di origine" (Dizionario Garzanti).
La diaspora più nota è quella ebraica, che si realizza dopo la tragica conclusione delle due grandi rivolte ebraiche nel 70 d.C. e nel 135 d.C. (Bar Kocheb), che producono la distruzione del tempio (di cui resta ancora oggi il “muro del pianto”) e l’abbandono in massa di Israele. In lingua ebraica, però, si utilizza per esprimere lo stesso concetto la parola “Tefutzah” o “Galut” (גלות), che significa letteralmente "esilio". Insomma, mentre nella lingua ebraica si sottolinea lo stretto legame del popolo con la sua terra (la “Te…

Buon lavoro al Presidente Nassis e al nuovo Consiglio della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia

Immagine
La Società Filellenica Italiana esprime i più fervidi auguri di buon lavoro ad Olga Nassis, riconfermata Presidente della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia, e a tutto il Consiglio direttivo, che la affiancherà nel biennio 2018/2020.
La diaspora greca è il primo motore propulsore dei valori dell'ellenismo nel mondo: come ci insegna l'etimologia della parola (deriva dal verbo διασπείρω, letteralmente "disseminare", spargere il seme), i greci nel mondo sono il "seme" di quei valori di cultura, umanità, democrazia, fratellanza, sui quali la civiltà occidentale è fondata e che sono orgogliosamente rivendicati anche dal movimento filellenico.
Nei valori comuni, nello spirito di fratellanza, esprimiamo complimenti vivissimi per i lavori congressuali e ribadiamo la nostra vicinanza a tutte le Comunità Elleniche Italiane.   

Di seguito riportiamo il Comunicato stampa diramato dalla Federazione.
Eletto a Messina il 21 aprile il nuovo Consig…

Il 19 aprile è la festa del filellenismo: l'occasione per un bilancio e per guardare al futuro.

Immagine
Il 19 aprile 1824 a Missolungi moriva Lord Byron, accorso per sostenere il Popolo greco in lotta per la propria indipendenza contro l'oppressione turca. La Grecia libera celebra, da allora, ogni anno in questa data, il filellenismo militante... 
E’ ormai tradizione che il 19 aprile, in quanto Presidente della Società Filellenica Italiana, con questo esordio, rivolga un personale saluto a quanti condividono i nostri ideali.
Questo giorno è un po’ come il ”capodanno” dei Filelleni: l’occasione per fermarsi a riflettere e tirare le somme di quanto accaduto nell’anno trascorso.
Anno intenso e non privo di qualche difficoltà per il Filellenismo italiano.
Intenso. Il 9 febbraio scorso abbiamo festeggiato la prima “giornata mondiale della lingua e della cultura ellenica”, dopo che il Parlamento greco ha ufficializzato questa celebrazione: in tante Città italiane, in tanti Licei del nostro Paese si sono susseguite manifestazioni celebrative. Un pensiero grato va, per questo, al Prof. Jannis…